Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini
EtĂ  bambini
Il cammino Jacopeo d'Anaunia
Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini
EtĂ  bambini

Il Cammino Jacopeo d’Anaunia: natura, fede, cultura

Il Cammino Jacopeo d'Anaunia è un bellissimo cammino spirituale, un percorso a tappe che vi permetterà di attraversare campagne e caratteristici borghi, costeggiare boschi e torrenti, conoscere i piÚ importanti luoghi di culto e la cultura contadina della Val di Non. Il Cammino Jacopeo d'Anaunia è infatti conosciuto non solo dai fedeli, ma anche dagli appassionati di trekking, di arte e di storia.

Il percorso completo parte e termina idealmente a Sanzeno, paese posto ad un’ora di piacevole cammino dal Pineta; alloggiando nel nostro resort potrete anche scegliere di percorrere il Cammino Jacopeo d'Anaunia in compagnia di una nostra guida e di altri ospiti!

Il Cammino ha un grado crescente di difficoltà, ma si può percorrere anche solo alcune tappe.
All'ufficio turistico di Fondo è possibile ricevere la credenziale del pellegrino; in questo modo, ad ogni tappa, potrete apporre i timbri che troverete nelle chiese che lungo il cammino.

Intraprendere il Cammino Jacopeo d’Anaunia: una breve guida

Il Cammino Jacopeo d’Anaunia si svolge in 7 tappe, o più brevemente in 3 tappe, per una lunghezza di circa 170 Km. Il punto di partenza è la Basilica dei S.S. Martiri anauniesi di Sanzeno, paese distante circa un’ora circa a piedi dal Pineta, percorrendo un sentiero panoramico tra i meleti.
Punto di arrivo è il suggestivo Santuario di San Romedio. L’eremo sorge proprio nella valle sottostante l’hotel ed è raggiungibile a piedi in mezz’ora circa seguendo l’ affascinante sentiero boschivo all’interno di una stretta gola.

Lungo ogni tappa il cammino è segnato precisamente con le conchiglie gialle spagnole dei pellegrini dette “concias”. Il Cammino Jacopeo d’Anaunia è particolarmente ricco sia sotto l’aspetto naturalistico che sotto l’aspetto culturale: ad ogni tappa attraversa infatti boschi, vallate suggestive e chiese importanti dal punto di vista artistico. In queste ultime si può trovare il “sello” per la “credencial” fornita al punto di partenza.
Il percorso, adatto proprio a tutti, è particolarmente piacevole nei mesi primaverili perchÊ attraversa territori ricchi di coltivazioni di meli la cui fioritura dona uno spettacolo unico. Nei mesi estivi offre invece al pellegrino riparo dalla calura nei boschi di abeti anche secolari.

Al Pineta offriamo: alla partenza una concreta possibilitĂ  di acquistare la giusta carica per affrontare il cammino, all'arrivo la giusta ricompensa a per la fatica del compimento del viaggio.

 Il Cammino Jacopeo d’Anaunia, le tappe del pellegrinaggio

Ecco un breve riassunto delle 7 tappe che caratterizzano il nostro cammino.

  • Prima tappa: (dislivello 993 m. - durata 9 h). Parte dalla Basilica dei Santi Martiri di Sanzeno e termina a Senale, presso il Santuario di Nostra Signora nel bosco. Qui troverete il link all’articolo completo scritto da zia Serenella, grande esperta di questo suggestivo percorso a tappe, nonchĂŠ guida d’eccezione per i nostri clienti!
  • Seconda tappa: (dislivello 569 m. - durata 7.45 h). Parte da Senale e ci conduce nella Valle di Rumo, un mondo che ha conservato un fascino piacevolmente alpestre. Ecco qui il link all'approfondimento realizzato sempre da zia Serenella.
  • Terza tappa: (dislivello 496 m. - durata 7h). Consente di completare la versione breve del Cammino Jacopeo d’Anaunia. Partendo da Marcena si prosegue in discesa verso il torrente Pescara fin sulla “Terza Sponda”. Ecco qui il link al pezzo di zia Serenella sulla terza tappa.
    La Terza tappa ha anche una variante (dislivello 870 m. - durata 9.30 h). Il percorso ricomincia da Marcena e, attraverso la Val di Bresimo, giunge a Terzolas in Val di Sole. In questa tappa si ammirano scorci di un’architettura passata sorprendente per la sua funzionalità.
  • Quarta tappa: (dislivello 1064 m. durata 9h). Comincia alla Torraccia di Terzolas, sede del Municipio, e attraverso la Val di Sole giunge a Cles, capoluogo della Val di Non.
  • Quinta tappa: (dislivello 546 m - durata 7.45h). Si snoda tra castelli e chiese nella zona centrale della valle nel tratto tra Cles e Flavon.
  • Sesta tappa: (dislivello 749 m - durata 8h) Inizia presso la pineta di Flavon per terminare dalla parte opposta della valle, nel paese di Vigo di Ton.
  • Settima tappa: (difficoltĂ  difficile. Dislivello 700 m. - durata 7h). L’ultima tappa parte da Vigo di Ton e giunge al Santuario di San Romedio. È una piacevole camminata di media lunghezza che regala affascinanti paesaggi sulla bassa Val di Non.

Cose da vedere assolutamente lungo il Cammino Jacopeo

Che scegliate di affrontare l’intero percorso o solo alcune tappe, ecco cosa non perdere!

  • Basilica dei Santi Martiri di Sanzeno: edificata sul tempio pagano dedicato a Saturno, la basilica in stile gotico-rinascimentale è impreziosita dalla Pala di Giambattista Lampi.
  • Nostra Signora del Bosco, o Unsere liebe Frau im Walde: una chiesetta in pieno stile altoatesino dedicata alla Madonna dei Boschi. Un luogo di culto caratteristico immerso nella natura al confine con la Val d’Ultimo.
  • Santuario di San Romedio, uno degli eremi piĂš conosciuti in Italia e simbolo della Val di Non. Costruito su uno sperone roccioso, oggi ospita un esemplare di orso Bruno.

I consigli di Zia Serenella

Se lungo il cammino non volete perdervi nemmeno un particolare, rivolgetevi a noi! Zia Serenella, una vera enciclopedia vivente, saprà guidarvi lungo il Cammino Jacopeo d’Anaunia raccontandovi tante storie, leggende e curiosità.

Scopri la nostra imperdibile offerta del Pineta per iniziare e concludere il Cammino nel modo migliore!

 

Preventivo personalizzato e senza impegno
Preventivo personalizzato e senza impegno
Copyright © Pineta Nature Resort - P.Iva 00335100228 - Rea Trento 88284 - Cap. Sociale € 10.000
Realizzato con cura e amore da Š Archimede | CREDITS