Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini
Età bambini
IL TEMPIO DELLE MELE
Arrivo
Partenza
Adulti
Bambini
Età bambini
  • Val di Non

Val di Non, una terra di cultura e tradizioni millenarie

La Val di Non si sviluppa lungo l’impetuoso fiume Noce ed è abbracciata, tra boschi e alpeggi, dal candido massiccio delle Dolomiti di Brenta e dal Gruppo montuoso delle Maddalene. I corsi d’acqua della Val di Non hanno scolpito la roccia creando profondi canyon, mentre nei fondivalle e sulle montagne le acque si sono radunate per dare vita a laghi di incredibile bellezza.

Sui versanti soleggiati l’uomo ha fondato la sua economia coltivando i meleti che ogni primavera danno spettacolo con la loro meravigliosa fioritura.

La Val di Non è sempre stata una terra di confine legata culturalmente sia alla Valle dell’Adige, e quindi al Trentino, sia alla Val d’Ultimo, e quindi all’Alto Adige. Insomma, una valle che fu crocevia di popoli: proprio per questo la sua storia è ricca di vicende che hanno lasciato dietro di sé castelli, santuari e chiese, manieri, case nobiliari ma anche borghi contadini che tutt’oggi conservano la forma e il fascino semplice di un tempo.

Val di Non: cosa vedere durante la tua vacanza in Trentino?

Ecco a voi una piccola guida della Val di Non, per sapere cosa vedere e cosa non perdere!

Per noi che ci abitiamo è difficile dare una scala di valori alle bellezze naturali e culturali che ci circondano: per noi è tutto imperdibile! Nonostante ciò ecco i nostri consigli.

 

Partiamo dalla natura: la perla della Val di Non è sicuramente il Lago di Tovel, uno specchio verde incastonato tra la roccia e i boschi nel Parco Naturale Adamello Brenta. Il giro al lago è adatto davvero a tutti, anche ai passeggini! Gli appassionati di trekking possono continuare le loro camminate sui tanti sentieri che hanno inizio proprio nei pressi del lago.

 

Siete amanti di Medioevo, storie, leggende, grandi amori e grandi cavalieri? Allora i castelli della Val di Non sono da inserire nella vostra lista “cosa vedere durante la vacanza” nella nostra valle.

Un’altra meta imperdibile è il Santuario di San Romedio, un eremo isolato dal resto del mondo, arroccato su uno sperone roccioso in una gola dalle pareti verticali: un vero gioiello di arte, cultura e fede.

Nonostante la sua posizione strategica, il Santuario di San Romedio è raggiungibile e accessibile da chiunque, anche parcheggiando l’auto ai piedi del santuario.

Il santuario è il punto di arrivo ideale anche del Cammino Jacopeo d’Anaunia, un percorso spirituale a tappe tra i borghi e la natura della Val di Non.

Val di Non, cosa fare per rendere indimenticabile la vostra vacanza

Volete prenotare una vacanza in Val di Non e vi state chiedendo che cosa potreste fare? La risposta è tutto. Sono tantissime le attività che durante l’anno richiamano la curiosità e la passione dei visitatori, ma anche degli stessi trentini.

Ecco qualche suggerimento per vivere nuove esperienze e tornare a casa con meravigliose storie da raccontare!

Val di Non in primavera e in estate

Dire montagna è dire trekking. Sono proprio i trekking i protagonisti della bella stagione nella nostra valle! Dallo sciogliersi delle nevi fino ad autunno inoltrato potrete scegliere percorsi pianeggianti nei boschi e nei prati oppure itinerari impegnativi in quota tra mughi, rododendri e rocce. Qualunque sentiero scegliate, sul vostro cammino incontrerete sempre rifugi e malghe pronti ad accogliervi e a farvi assaggiare qualche delizioso prodotto locale!

Se invece foste amanti dell’adrenalina, allora sapete già cosa fare in Val di Non: i profondi canyon scavati dai corsi d’acqua della valle vi aspettano per divertenti ore di canyoning . Se ciò non vi dovesse bastare sappiate che il fiume Noce è uno dei corsi d’acqua più famosi al mondo per praticare rafting!

In Val di Non l’estate richiama anche i golfisti! Qui infatti gli appassionati di questo sport possono esercitare le loro abilità ammirando lo splendido panorama delle Dolomiti di Brenta.

Val di Non durante l’inverno

Boschi innevati e cime imbiancate regalano ai visitatori paesaggi difficili da dimenticare, quelli che hanno un po’ il sapore delle fiabe per bambini: qui la natura addormentata dà sempre spettacolo.

In Val di Non, durante l’inverno, il silenzio della natura si mescola al suono del divertimento. Nella nostra valle potrete infatti scegliere se avventurarvi in una passeggiata con le ciaspole adatta a tutti o svagarvi sulle piste delle aree sciistiche: snow park, piste da slittino e da snowboard, sci di fondo, skilift e impianti di risalita, scuole per i più piccoli, rifugi e après ski bar vi aspettano per vivere l’atmosfera gioiosa della Val di Non in inverno!

Dopo una giornata passata sulla neve, arriva la parte più rilassante…godersi una sauna magari accompagnati dall’esperienza di un maestro di Aufguss con gettate di vapore o un idromassaggio caldo all’aperto ammirando le stelle che coronano la Val di Non.

In Val di Non poi d'inverno abbiamo creato anche un fantastico appuntamento gastronomico, Tortel & Gropel, l'apericena dal gusto tutto della Val di Non dove subito dopo una bella passeggiata sulla neve, appena giunge il tramonto dalle 17 in poi potrai gustare il piatto più tipico della Val di Non in abbinamento ad un calice di Groppello di Revò in tanti ristoranti e rifugi della zona.

 

Val di Non in autunno; la magia del Foliage

Quando l’autunno è alle porte, i colori iniziano ad avere diverse sfumature, sempre più calde e avvolgenti, l’aria si fa più frizzantina e le foglie iniziano a cadere creando tappeti variopinti…da qui la parola “Foliage” (dall’inglese, caduta di foglie).

La Val di Non si tinge come fosse un quadro impressionista: dal famoso Lago di Tovel alle cime delle Maddalene, alla costiera della Mendola, fino alle Dolomiti di Brenta.

Anche i due laghetti di Tavon e Coredo a due passi dal Pineta assumono un bellissimo aspetto autunnale, le cime degli alberi sembrano vere e proprie pennellate di tempere ad olio.

In autunno sono quindi immancabili le escursioni per ammirare la splendida tavolozza di colori che si crea in tutta la Val di Non: nei boschi, i riflessi sui laghi alpini, il cielo terso…e tanti altri paesaggi spettacolari.

Bizzarro è il fatto che in questa stagione, fotografando il Lago di Tovel in cui gli alberi si specchiano nelle acque limpide dal lago, si può guardare la foto anche a testa in giù, poiché il riflesso del paesaggio è talmente nitido che si può confondere l’orientamento della fotografia.

La Val di Non si presta inoltre a diverse attività ed esperienze che si possono svolgere esclusivamente in autunno: la raccolta delle mele nel campo, i funghi nel sottobosco, le escursioni in baita con grigliata e polenta, le castagnate in compagnia e il famoso “Törggelen” (una sorta di merenda con prodotti tipici autunnali e vino) ereditato dalla tradizione altoatesina.

Insomma anche in una stagione “di transizione” come l’autunno, a cavallo tra la fresca e piacevole estate e l’inverno con le sue attività legate alla neve, non ci si annoia mai!  Vieni a scoprire la Val di Non in AUTUNNO.

Preventivo personalizzato e senza impegno
Preventivo personalizzato e senza impegno
Copyright © Pineta Nature Resort - P.Iva 00335100228 - Rea Trento 88284 - Cap. Sociale € 10.000
Realizzato con cura e amore da © Archimede | CREDITS