Curiosità e leggende
santuario san romedio val di non

La leggenda di San Romedio e l’orso

 

Nel cuore del Trentino, in Val di Non, c’è un santuario in mezzo al bosco, un luogo avvolto dalla spiritualità: il Santuario di San Romedio. Il monastero è diventato famoso non solo per la sua bellezza, ma per un altro aspetto molto curioso: dalla fine degli anni ’50, il santuario ospita un esemplare di orso. Avete capito bene! Dentro al suo recinto se ne sta pacifico un bell’esemplare di plantigrado.

Come mai proprio un orso nel Santuario di San Romedio?

La leggenda di San Romedio

La leggenda racconta che San Romedio desiderava prendere la strada per Trento, per incontrare Vigilio, il Vescovo della città e ricevere la sua benedizione. Poco prima di partire trovò il suo cavallo a terra, abbattuto da un orso che lo stava sbranando.

Senza alcun timore San Romedio si avvicinò all’orso e gli disse: “Adesso sarai tu a portarmi a Trento”. Quindi gli ordinò di accucciarsi per farsi mettere le briglie. Miracolosamente l’orso ubbidì, permettendo all’eremita di raggiungere Trento sulla sua groppa.

Questa è la leggenda…ma non abbiamo ancora spiegato com’è finito un orso nel santuario.

L’area faunistica del Santuario di San Romedio

Nel 1958 il senatore Gian Giacomo Gallarati Scotti, uno dei membri fondatori del WWF in Italia, decise di donare a San Romedio un orso, che altrimenti sarebbe stato destinato ad una fine ben più triste. Da quel momento l’area faunistica ai piedi del santuario ospita degli orsi in semilibertà, spesso provenienti da circhi o da condizioni di cattività non idonee. Questi orsi si trovano qui perché ormai incapaci di reinserirsi nell’ambiente naturale. Il primo fu Charlie, oggi al santuario è ospitato l’orso “Bruno”, di origine abruzzese.

orso bruno san romedio

 

Come arrivare a San Romedio in Val di Non

Raggiungere il Santuario partendo dal Pineta è facile: basta spostarsi in auto fino al paese di San Zeno e parcheggiare nei pressi del Museo Retico.

L’escursione a San Romedio è un classico nel programma settimanale Pineta Hotels: lasciate l’auto e chiedete a nostri Nicola o Livio di accompagnarvi, in autobus, verso l’inizio del sentiero che completerete a piedi.

Un percorso spettacolare quello scavato nella montagna, proprio a picco sulla vallata, in mezzo ai boschi della Val di Non con il rio che scorre sotto.

itinerario santuario san romedio

Il Santuario di San Romedio è una meta per tutte le stagioni: bello d’estate circondato dal verde della pineta, d’autunno con i colori caldi delle foglie cangianti, in inverno con i tetti imbiancati ed a primavera attraversando i meleti in fiore.

Basta dare un’occhiata alle offerte del Pineta per trovare l’occasione giusta.

Ilenia Morandi – Gardamio.com

0 commenti
Ti è piaciuto il Post?
scopri offerte