Comune di Predaia: andiamo alla scoperta del nostro territorio

 

Molti di voi ci chiedono spesso notizie sul nostro territorio e vorrebbero sapere qualche info in più sulla storia del Comune di Predaia, sui suoi paesi e sulle sue bellezze da visitare.

Partiamo dunque innanzitutto da una breve storia

Comune di Predaia: un po’ di storia

Predaia è un comune sparso della provincia autonoma di Trento (TN, Trentino Alto Adige), istituito il 1 gennaio 2015 dopo la fusione dei comuni di Taio, Coredo, Vervò, Smarano e Tres.

Secondo il censimento avvenuto in data 30 giugno 2017, il nostro Comune – formato da 14 comunità – registrerebbe un numero complessivo di 6.644 abitanti, ovvero un discreto aumento rispetto ai decenni passati.

cast
Castel Bragher che si trova tra la frazione di Coredo e Taio

I quattordici paesi di cui vi abbiamo appena parlato sono: Taio (sede municipale), Coredo, Dardine, Dermulo, Mollaro, Priò, Segno, Smarano, Tavon (sede del Pineta Naturalmente Hotels), Torra, Tres, Tuenetto, Vervò e Vion.

In questo elenco andrebbero comprese anche alcune minuscole frazioni, come per esempio Merlonga (a due passi da Smarano, punto di passaggio per alcuni nostri tour in mountain bike o in E-Mtb), mentre non ne fa parte Sfruz.

  • Superficie: 80,05 kmq
  • CAP: 38012
  • Prefisso telefonico: 0463
  • Nome degli abitanti: predaiesi
  • Classe sismica: 4 (molto bassa)
  • Codice ISTAT: 022230
  • Codice catastale: M344
  • Targa automobilistica: TN
  • Gemellaggi: Heroldsberg (Germania, dal 1996); Magdalena de Kino (Messico)

Dopo i primi cinque mesi (1 gennaio 2015 – 10 maggio 2015) in cui il Comune è stato guidato dal commissario prefettizio Marco Endrizzi, è stato eletto come sindaco Paolo Forno.

Maps di Predaia e dei comuni limitrofi
Maps di Predaia e dei comuni limitrofi

Ecco qui invece i comuni confinanti con Predaia: Amblar – Don, Denno, Romeno, Roverè della Luna, Sanzeno, Sfruz, Ton, Ville d’Anaunia (TN); Cortaccia sulla Strada del Vino, Termeno sulla Strada del Vino (BZ).

Andiamo ora a scoprire qualche cosa in più su questo meraviglioso territorio, immerso tra i meleti e le montagne.

Laghi e castelli: un patrimonio naturale e artistico per il Comune di Predaia

Partiamo innanzitutto dai laghi: a cinque minuti dal Pineta sono presenti i nostri cari e amati Due Laghi. Il lago di Tavon è di origine naturale, mentre il lago di Coredo è artificiale.

Fantastiche escrusioni adatte a tutti ti aspettano in predaia
Fantastiche escursioni adatte a tutti ti aspettano in Predaia

Meta da sempre prediletta per gli amanti delle tranquille passeggiate domenicali, è ormai divenuto un luogo privilegiato anche per i runner da quando è stato istituito il Predaia Running Park.

Si praticano inoltre la pesca e viene organizzato annualmente pure un evento dedicato al canottaggio, mentre i sentieri limitrofi sono piuttosto battuti dagli appassionati di equitazione e di mountain bike.

Vi segnaliamo invece come in inverno sia vietato pattinare sulle acque ghiacciate dei due bacini.

Scendendo a Dermulo troviamo poi l’importante lago di Santa Giustina, mentre in giro per l’altopiano è presente qua e là qualche altro minuscolo specchio d’acqua.

Il Rio Verdes (che percorre l’omonima valle, pedalabile in bici dai pressi di San Romedio fino alla località 7 Larici) e il Rio San Romedio sono invece i due torrenti di casa nostra.

Per quanto riguarda i castelli, vi segnaliamo la presenza di Castel Bragher e Castel Coredo (il cui vero nome sarebbe Castello dei Conti Coreth). Entrambi privati e quindi non visitabili, sono situati all’interno del vecchio comune di Coredo.

Sempre a Coredo è presente il tristemente famoso Palazzo Nero, luogo dove alcuni personaggi dell’Inquisizione incarcerarono e fecero torturare diversi innocenti a inizio Seicento.

Tra i numerosi luoghi religiosi, spicca certamente la presenza del Santuario di San Romedio, dedicato al “Santo degli Orsi” e divenuto sin dalla sua morte (intorno all’anno Mille) una importante meta di pellegrinaggio anche da alcuni peasi stranieri.

Buon cibo e buon vino: dove andare a Predaia?

Innanzitutto partiamo da alcune ricette preparate appositamente per voi dagli chef Mattia e Bruno, oltre a qualche delizia proveniente direttamente dalla nostra pasticceria:

Gli ospiti del Pineta potranno inoltre degustare la deliziosa Mortandela (fatta in casa da chef Bruno) durante le serate dell’Aperitivo in Cantina.

Vista della val di Non e Predaia in versione invernale
Vista della Val di Non e Predaia in versione invernale

Tra gli amici del Pineta, vi segnaliamo inoltre la macelleria “Dal Massimo Goloso” a Coredo, di cui potrete assaggiare alcune prelibatezze durante qualche cena all’interno del nostro ristorante e, per chi volesse mangiare una buona pizza, la pizzeria “La Serena” gestita dal bravissimo Alejandro e dalla sua famiglia (sempre a Coredo, di fronte alla Coop e al Cinema Dolomiti).

Per quanto riguarda i vini, a Coredo è presente la piccola azienda Vin de la Neu, mentre sui formaggi vi invitiamo a visitare il Caseificio Sociale di Coredo.

E poi… mele a volontà, acquistabili direttamente presso Mondo Melinda a Segno, stesso paese in cui si trova la sede del Consorzio Trentingrana.

Escursioni e sport a Predaia

Partendo dal Pineta potrete effettuare svariate interessanti escursioni a piedi, tra cui quella all’Eremo di San Romedio. Risalendo verso la cima del passo Predaia, giungerete invece fino al meraviglioso bosco dei 7 Larici.

Dalla zona dei 7 Larici a quella delle malghe (Malga Nuova di Coredo, Malga Vecchia di Coredo e Malga Rodeza di Tres) si possono raccogliere (naturalmente con il permesso) grandi quantità di funghi oltre a scoprire il fascino dei boschi attraverso la mountain bike o la mtb elettrica.

Su questi sentieri, ogni anno i ragazzi del Predaia Bike Team organizzano la bellissima gara denominata “Predaia Superbike” che, nel 2018, ha fatto parte della manifestazione “Predaia Outdoor Festival“.

Con partenza e arrivo in quel di Tres davanti alla Sidreria Melchiori, l’evento ciclistico ha coinvolto numerosi biker da tutte le zone del Trentino e ha attraversato entrambi i lati della nostra montagna.

Oltre alle camminate (potrete provare ogni giorno un percorso diverso qui al Pineta con zio Livio), alla bici e alla corsa, potrete divertirvi con il nordic walking, il rafting, l’orienteering e alcuni sport invernali.

bike
Ciclabile da fare in Trentino prova il servizio bike + treno

Vi ricordiamo inoltre che qui al Pineta è presente una piscina (con idromassaggio sia al coperto sia all’aperto) e un campo da tennis, oltre alla possibilità di noleggio di mountain bike (gratis) ed e-bike (a pagamento, per maggiori info sulle tariffe, chiedete in reception).

In un’ottica green, vi segnaliamo infine le nostre centraline di ricarica per veicoli elettrici.

Predaia e la famiglia Sicher

Concludiamo infine con qualche nota sul legame tra la nostra famiglia e il territorio di Predaia.

La famiglia Sicher trae le proprie origini dal Maso Sicher (situato tra i campi, poche centinaia di metrri sotto l’abitato di Tavon), una volta abitato dai nostri avi. Risalendo agli albori dell’albero genealogico, siamo riusciti a risalire fino a un certo Valentino Sicher nato nel 1702 e sposato con Cecilia Erlicher.

Arrivando ai tempi odierni, le famiglie attualmente facenti parti del Pineta (quelle di Bruno, Mario e Livio) continuano ad abitare a Tavon.

Zia Cristina (moglie di zio Livio e madre di chef Mattia) è originaria di Taio, mentre Federica (moglie dello stesso Mattia) proviene da Tres, luogo in cui è vissuta anche Laura (la moglie di Nicola).

Per qualunque altra informazione, vi consigliamo di visitare il sito del Comune di Predaia.

Riccardo Tempo e Nicola Sicher

4 risposte a “Comune di Predaia: andiamo alla scoperta del nostro territorio”

  1. […] le famiglie si snoda attraverso il territorio boschivo nei pressi dei paesi di Coredo e Tavon nel comune di Predaia, passando per la località del parco Due […]

  2. […] 10 si parte per una bella ciaspolata dal rifugio Predaia fino alla Malga Rodezza e al punto panoramico sulle Dolomiti Orientali e la Val d’Adige, € 12 ritorno per le 13.30 […]

  3. […] qui un elenco con i contatti e i numeri dei veterinari dislocati sul territorio del Comune di Predaia e dell’Alta Val di […]

  4. […] via della Clesura 27 a Coredo di Predaia (TN), […]

Lascia un commento