Passeggiate attorno al Lago di Molveno “vuoto”

lago molveno svuotato
 

Riuscite a immaginarvelo un lago svuotato? Ma soprattutto perché si dovrebbe svuotare un lago? Oggi vi raccontiamo una storia curiosa, quella del Lago di Molveno, uno specchio d’acqua alle pendici del Brenta e della Paganella, che in questi primi mesi del 2017 risulta quasi completamente vuoto.

Il paesaggio “lunare” ha attirato migliaia di visitatori e noi curiosi PinetaLovers non potevamo mancare…siamo andati a visitarlo per voi!

L’origine del Lago di Molveno

Al contrario di quanto si potrebbe pensare il Lago di Molveno è un laghetto alpino di origine naturale. Pensavate forse fosse artificiale? Certo che no. Si è formato in seguito ad una frana di enormi dimensioni circa 4.000 anni fa e da allora incanta visitatori di tutto il mondo, grazie alle sue acque cristalline in cui si specchiano le vette delle montagne.

Perché il Lago di Molveno è stato svuotato?

Ora è giunto il momento di chiarire come possa avvenire lo “svuotamento” di un lago che poco fa abbiamo definito di origine naturale. Presto detto: per manutenzione! Infatti a partire dal 1957 sono state costruite delle condutture idrauliche per alimentare la centrale idroelettrica del Lago di Santa Massenza, più a sud. A tutto beneficio di noi avidi utilizzatori di energia elettrica! L’ecosistema del Lago di Molveno è quindi influenzato dall’innalzamento e abbassamento delle acque oltre che dal riversamento che riceve dal bacino della Val di Genova e dal Fiume Sarca.

La galleria di scarico della centrale aveva bisogno di essere ripulita, per questo il lago di Molveno è stato svuotato. Che cosa rimane a noi? Uno scenario inconsueto e davvero affascinante.

fondale lago molveno vuoto

Qualche informazione sul giro del Lago

Quale occasione migliore per fare una bella passeggiata all’aria aperta?

Ci facciamo strada tra rocce, rami secchi e depositi sabbiosi, tra strati alternati di ghiaia fin quasi a raggiungere il livello dell’acqua, ormai bassissimo.

Tutto il contorno del lago misura 11 chilometri, la camminata è facile, della durata di circa 3 ore e mezza.

A sinistra del campeggio parte un sentiero che giunge al Ponte Romano. Qui procediamo verso le rovine dei Fortini di Napoleone, opera di inizio ottocento costruita dagli austriaci per fermare l’avanzata delle truppe francesi.

Superata la cascata arriviamo all’estremità del bacino. Continuiamo a seguire il perimetro del lago fino alla località Lasta, dove il sentiero devia al di sopra della strada, fino ad attraversare il bosco in prossimità del Ponte di Bior.

Una passeggiata piacevole da fare anche d’inverno, riscaldati dai pallidi raggi di febbraio.

E, tra l’altro, ti consigliamo anche il giro del Lago in bici.

passeggiata lago molveno

Cosa fare al Lago di Molveno

E d’estate? Le attività sul Lago di Molveno vanno dai giri in bici, ai tranquilli pic-nic, oltre a pesca, canoa, trekking e perfino parapendio! Una meta per famiglie, sportivi e amanti della natura. Sì perché il Lago di Molveno è stato premiato da Legambiente e dal TCI (2011-2016) come “lago più bello d’Italia” per la qualità dell’acqua, della spiaggia, dei servizi e della sicurezza.

Allora vi siete incuriositi? Se desiderate anche voi scoprire “il lago vuoto” affrettatevi!

La “Preziosa perla in più prezioso scrigno”, come l’ha definito un tempo lo scrittore Antonio Fogazzaro, presto tornerà alla normalità.

Alla prossima curiosità!

Aggiornamento: riempimento completato!!!

Nel mese di giugno del 2017, dopo la conclusione dei lavori di manutenzione, è stato completato il riempimento del lago di Molveno. Ora è pronto per la stagione estiva!!!

Sei un appassionato di pesca? Scopri la nostra incredibile offerta “Trentino Fishing Spot“, valida da febbraio a ottobre!

Ilenia Morandi – Gardamio.com

6 risposte a “Passeggiate attorno al Lago di Molveno “vuoto””

  1. […] e di epoca romana. Se decideste di visitare questo castello non perdetevi una piccola sosta al Lago di Molveno; lo incontrerete sul vostro tragitto per Stenico. Lago di origine alpina è uno dei più estesi del […]

  2. […] Val di Non, immerso tra le vette dolomitiche che dominano l’altopiano della Paganella, sorge il lago di Molveno. Nonostante le ridotte dimensioni è curioso sapere che il lago di Molveno risulti essere il […]

  3. […] in fundo dicevano i latini… Mare o lago di Molveno? No perché viste le dimensioni a qualcuno potrebbe anche venire il dubbio! E invece sì, è […]

  4. […] Morandi ci ha raccontato a tal proposito un po’ di tempo fa le vicissitudini del “Lago di Molveno svuotato“, descrivendone anche l’origine e fornendoci inoltre qualche consiglio sulle attività […]

  5. […] gruppo delle Dolomiti di Brenta e regala, da una quota di 2339 metri, una vista unica sul lago di Molveno e l’omonimo paese. La visuale è a 360 gradi sulle Dolomiti di Brenta, il rifugio Pedrotti, il […]

Lascia un commento