Vacanza attiva
Panorama Pian venezia

Gita con Livio: il meraviglioso itinerario da Malga Mare a Pian Venezia con possibilità di arrivare al Rifugio Larcher

 

Una delle gite più incantevoli organizzate dal nostro Livio è senza ombra di dubbio quella di Malga Mare, località situata all’interno del comune di Peio nella bellissima val di Peio.

Oltre all’immancabile grigliata accompagnata da un buon bicchiere di Teroldego e dal mitico salame al cioccolato realizzato ancora con la nostra antica ricetta, il bello di questo itinerario riguarda sicuramente il panorama visibile dal sentiero SAT 102 verso Pian Venezia e il Rifugio Larcher sul Cevedale.

Da qui potrete infatti ammirare le magnifiche e imponenti montagne del comprensorio Ortles – Cevedale con lo spettacolo inarrivabile della catena innevata tra il Vioz e il Cevedale.

Premettendo come la nostra escursione termini di solito al posto di avvistamento “Pian Venezia” (quota 2.283 metri) del Parco Nazionale dello Stelvio per ovvi motivi logistici e per evitare difficoltà a chi non sia particolarmente allenato alle camminate in altitudine, ecco a voi il racconto completo fino al Rifugio Larcher – Cevedale.

Prima parte: viaggio da Tavon a Malga Mare

Innanzitutto, prima di passare alle meraviglie della gita in val di Peio, bisogna affrontare uno spostamento di circa un’ora in pulmino o in automobile dal Pineta fino alla zona di Peio.

Ecco qui il meraviglioso panorama della Val di Sole

Ecco qui il meraviglioso panorama della Val di Sole

State comunque tranquilli poiché non vi annoierete certamente! Tra un racconto di Livio e un aneddoto narrato da Nicola, potrete ammirare gli incantevoli paesaggi di Val di Non e Val di Sole attraversando anche la bella Malè, il paese in cui è cresciuta la mitica astronauta Samantha Cristoforetti.

Seconda parte: da Malga Mare a Pian Venezia

Una volta parcheggiato il vostro veicolo nei pressi di Malga Mare (1.983 m di altitudine), prendete il sentiero SAT 102 verso Pian Venezia, località immersa nella natura che raggiungerete dopo circa 300 metri di dislivello.

L’itinerario è piuttosto semplice e la passeggiata, naturalmente per chi non abbia qualche problema fisico o chi sia un po’ fuori forma, non presenta particolari difficoltà.

Ai 2.283 metri del posto di avvistamento “Pian Venezia” potrete riposarvi un attimo, sedendovi sui prati o su una panca lì presente e rifocillarvi, dopo aver scattato magari qualche foto al panorama.

Immagine del cartello affisso sulla baita di Pian Venezia (foto Riccardo Tempo)

Immagine del cartello affisso sulla baita di Pian Venezia (foto Riccardo Tempo)

Da questo privilegiato punto di osservazione, è tra le altre cose visibile una piccola porzione del Rifugio Mantova (3.535 m di altezza), luogo posto subito prima della cima del Vioz (3.644 m).

Terza parte: da Pian Venezia al Rifugio Cevedale “Guido Larcher”

Da Pian Venezia proseguite sul solito sentiero e, dopo poco più di altri 300 metri di dislivello, sarete al Rifugio Cevedale “Guido Larcher” (posto a quota 2.608 metri di altitudine).

La durata della camminata da Malga Mare al Rifugio Larcher è di circa 1h45′ – 2h. Una volta raggiunto quest’ultimo potrete sostarvi per un buon pranzo oppure rientrare verso Malga Mare e fermarvi al Ristorante Malga Mare.

Per chi invece venga in gita con noi, come vi abbiamo già detto in precedenza, l’itinerario si conclude dopo circa un’ora di passeggiata nei pressi di Pian Venezia. Da lì, dopo un po’ di relax sui prati e qualche quadratino di cioccolato offerto da Livio, si rientra verso Malga Mare e si fa un picnic nei dintorni.

Da dx: Nicola Sicher con il mitico signor Renzo Galli, caro amico e storico cliente del Pineta sin dal 1978, impegnati durante la grigliata (foto RT)

Da sx: Nicola Sicher con il mitico signor Renzo Galli, caro amico e storico cliente del Pineta sin dal 1978, impegnati durante la grigliata (foto RT)

A proposito di rifugi, vi consigliamo di leggere l’approfondimento scritto da Chiara Ruggeri: “I 10 rifugi sulle Dolomiti da non perdere in Trentino Alto Adige“.

Ascensioni dal Rifugio Cevedale “Guido Larcher”

  • Passo Forcola (3.032 m)
  • Cima Nera (3.037 m)
  • Cima Marmotta (3.330 m)
  • Cima Venezia (3.386 m)
  • Palòn de la Mare (3.685 m)
  • Cima Cevedale (3.769 m)

Traversate dal Rifugio Cevedale “Guido Larcher”

  • Rifugio Nino Corsi (2.265 m)
  • Rifugio Dorigoni (2.437 m)
  • Rifugio Branca (2.497 m, sopra Santa Caterina Valfurva – Bormio)
  • Rifugio Martello (2.580 m)
  • Rifugio Pizzini (2.700 m, Alta Valtellina – Valfurva)
  • Rifugio Casati (3.269 m, Alta Valtellina – Valfurva)
  • Rifugio Vioz Mantova (3.535 m)

Tabella dati gita Malga Mare – Pian Venezia – Rifugio Larcher

  • Durata gita Malga Mare – Pian Venezia: circa 1h
  • Durata gita Malga Mare – Rifugio Larcher: circa 2h

    Malga Mare durante una giornata di sole (mapio.net)

    Malga Mare durante una giornata di sole (mapio.net)

  • Peio altitudine: 1.173 m
  • Malga Mare altitudine: 1.983 m
  • Pian Venezia altitudine: 2.283 m
  • Rifugio Larcher altitudine: 2.608 m

Agli appassionati di gite in montagna, consigliamo anche la lettura del pezzo sulla nostra escursione al rifugio Graffer al Grostè nei pressi di Madonna di Campiglio.

Qui invece trovate alcune info sulla nostra spaIl Mondo delle Saune del Pineta“.

Offerte hotel Pineta consigliate

Ecco qui infine alcune delle nostre offerte imperdibili:

Riccardo Tempo (bicimtbebike.com)

0 commenti
Ti è piaciuto il Post?
scopri offerte