Vacanza Green
Trentino senza macchina: bici e e-bike

10 semplici regole da rispettare nei parchi naturali

 

Chi sceglie il Trentino ha voglia di trascorrere una vacanza a contatto con la natura… ma bisogna viverla in maniera sostenibile, rispettandola e senza danneggiare il suo delicato equilibrio. Oggi ti vogliamo suggerire 10 semplici regole da rispettare nei parchi naturali, facilmente applicabili anche nelle aree non soggette a protezione.

Il Pineta Hotels è da sempre attento alle tematiche del e con questo articolo vogliamo contribuire a trasmettere ai nostri clienti e a tutti i turisti l’importanza di un comportamento rispettoso dell’ambiente e la conoscenza delle norme di tutela dei parchi; regole di buonsenso che è sempre bene ricordare.

Le 10 regole del Parco Adamello Brenta

Uno dei parchi più affascinanti del Trentino è il Parco Adamello Brenta – tra le Giudicarie, la Val di Non e la Val di Sole – con i suoi boschi rigogliosi, le sue acque limpide e la fauna selvatica molto variegata. Ogni anno questo luogo viene visitato da migliaia di turisti e per tutelarlo è fondamentale che tutti i visitatori abbiano dei comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente naturale circostante.

sentiero con mucche adamello brenta

Ecco le 10 regole del buon ecoturista, per vivere un’esperienza da ricordare nel massimo rispetto dell’ambiente.

  1. Rispetta i fiori e le piante: i loro colori e i loro profumi meritano di essere assaporati anche da chi passerà dopo di te. Ogni elemento naturale ha una propria funzione fondamentale per l’equilibrio dell’ecosistema. Rispetta la natura godendo di ogni suo elemento nel luogo in cui si trova: annusa il dolce profumo dei fiori senza coglierli, osserva gli alberi da vicino senza rovinarli e senza incidere la loro corteccia, ne risentirebbero.
  2. Quando avvisti degli animali selvatici, tieniti a distanza, hanno paura dell’uomo così come dei cani – che devono essere sempre tenuti sotto controllo – e la nostra presenza potrebbe terrorizzarli. Quindi non tentare di avvicinarti troppo, se scorgi un animale osservalo da lontano rimanendo sulla strada o sul sentiero che stai percorrendo. Evita rumori molesti, schiamazzi e musica ad alto volume, apprezza la tranquillità del Parco e dei suoi abitanti. È assolutamente vietato, inoltre, dare da mangiare agli animali; sanno reperirlo autonomamente e il nostro comportamento, anche se in buona fede, potrebbe risultare loro dannoso o addirittura fatale.
  3. Anche gli anfibi, i rettili e gli invertebrati (insetti, molluschi ecc.) sono fondamentali nell’equilibrio della natura e meritano il tuo rispetto.
  4. Il peggior nemico dei boschi è il fuoco. Se vuoi accenderne uno, usa i punti fuoco predisposti nel Parco o un apposito focolare ad almeno 50 metri dal limite del bosco.
  5. Nel rispetto dei fiori, degli animali e degli escursionisti a piedi, usa la bicicletta solo sulle strade. Sui sentieri, spingila a mano.
  6. Minerali e fossili vanno lasciati dove sono. Sono lì da milioni di anni, anche grazie al rispetto di chi ti ha preceduto.
  7. Smorza i toni e accendi i tuoi sensi. Il Parco è tutt’altra musica.
  8. Per non turbare il magico equilibrio del Parco, non è possibile campeggiare.
  9. Quasi ovunque si possono raccogliere i funghi, ma serve un permesso, che viene rilasciato dai Comuni.
  10. Se ti capita di trovare qualche residuato bellico, non raccoglierlo. È vietato e potrebbe essere anche pericoloso. Piuttosto segnala il ritrovamento al Parco.

Queste semplici regole di buona educazione e buon senso vengono fatte rispettare dai guardaparco e dai forestali, anche applicando le sanzioni previste dalla L.P. 18/88.

Inoltre, puoi contribuire attivamente alla tutela del Parco segnalando alle Guardie Forestali eventuali irregolarità, violazioni delle leggi o episodi particolari. Le stesse Guardie Forestali sono a disposizione per chiarimenti e informazioni riguardo alla tutela dell’ambiente e alle norme di comportamento.

I rifiuti nel Parco: differenziamo per differenziarci

Discorso a parte meritano i rifiuti, poiché sul territorio del Parco Naturale Adamello Brenta non si trovano cestini per la raccolta della spazzatura. C’è una ragione precisa per questo: la loro presenza, infatti, comporterebbe una serie di problematiche, come il ribaltamento dei cestini da parte degli animali selvatici e il fatto che i rifiuti raccolti in maniera indifferenziata non possono essere riciclati.

L’immondizia dispersa nell’ambiente è molto inquinante e impiega da alcuni mesi alle migliaia di anni per biodegradarsi. Può essere un pericolo per la fauna ed è esteticamente impattante.

L’ideale è quindi munirsi di un sacchetto, riportare l’immondizia a casa e separare i rifiuti per la raccolta differenziata.

Se sei un fumatore, non gettare a terra i mozziconi, contengono sostanze nocive e inquinanti e vengono facilmente trasportati dalle acque fino al mare. Cerchiamo di non lasciare traccia del nostro passaggio e lasciamo che sia il Parco a lasciare un segno dentro di noi!

I 10 consigli del Pineta per vivere il Parco

Accanto a queste regole di buon comportamento, noi del Pineta vogliamo fornirti 10 consigli per vivere appieno la tua esperienza in Trentino con un tuffo nel Parco Naturale Adamello Brenta.

montagne adamello brenta

  1. Riscoprire l’emozione di emozionarsi.
  2. Ascoltare il silenzio, il vento, i suoni della natura.
  3. Vivere i segreti del Parco dall’alba al tramonto.
  4. Raccogliere immagini invece che frammenti di natura.
  5. Cercare i segni dell’uomo, rispettando la cultura locale.
  6. Lasciare a casa l’automobile, usando i piedi, la bicicletta o le navette del Parco.
  7. Vivere l’esperienza con calma, seguendo i ritmi della natura.
  8. Riportare a casa i propri rifiuti e, se capita, raccoglierne almeno uno lasciato dagli altri. Per godersi il Parco sempre pulito.
  9. Scoprire la natura, anche con l’aiuto degli esperti del Parco.
  10. Indossare un abbigliamento idoneo.

Scopri anche i nostri consigli sulle regole da rispettare in bici sui sentieri del Trentino Alto Adige.

Se sei pronto a vivere un’esperienza nella natura rispettandola e volendole bene, prova a dare un’occhiata alle nostre offerte per una vacanza in Trentino: scoprile qui!

0 commenti
Ti è piaciuto il Post?
scopri offerte