CUMINO DEI PRATI (Carum carvi)

cumino-prati-orto-pineta
 

Cumino dei prati (Carum carvi): buona lettura di questo nuovo interessante post pubblicato nel nostro “Orto del Pineta” e … grazie alla bravissima Paola Sicher!

carum-carvi-prati-orto-pineta

Indice – Cumino dei prati

  • Famiglia
  • Descrizione botanica
  • Habitat
  • Droga
  • Proprietà
  • Avvertenze
  • Curiosità

Famiglia

Il cumino dei prati fa parte della seguente famiglia: Umbrellifere o Apiacee.

cunimo-semi-orto-pineta

Descrizione botanica

Pianta biennale alta fino a 1 metro con foglie finemente divise in segmenti lineari. I fiori, da giugno ad agosto, sono di colore bianco o rosa e sono riuniti in ombrelle. I frutti sono di colore marrone scuro, molto profumati, leggermente ricurvi, divisi in due acheni e con 5 nervature in rilievo più chiare.

Habitat

Cresce nei prati e ai margini dei sentieri soleggiati.

Droga

I frutti maturi ed essiccati contengono olio essenziale ricco in limonene e carvone, terpene responsabile dell’aroma caratteristico.

carum_carvi-orto-pineta

Quali sono le proprietà del cumino dei prati?

Pianta aromatica largamente impiegata nella cucina tedesca (pane, crauti). Sotto il profilo erboristico vanta proprietà aperitive, digestive e carminative (dal latino: carminare = purificare). Insieme ad anice e finocchio rappresenta i semi caldi, rimedi d’eccellenza contro i gas intestinali.

Il cumino, come gli altri semi carminativi, ha la capacità di prevenire la formazione di gas intestinali e di sedare le coliche e i crampi intestinali e viene usato tradizionalmente per aumentare la secrezione lattea delle nutrici. Per uso esterno grazie alla sua ricchezza in olio essenziale stimola la circolazione periferica ed esercita un’azione disinfettante su pelle e mucose.

Avvertenze

Sia il cumino sia il suo olio essenziale sono considerati sicuri alle dosi terapeutiche consigliate.

tisana-di-cumino_orto-pineta

Curiosità

Il cumino è una spezia molto usata in cucina per aromatizzare alcuni cibi, come il pane e i crauti anche perché ne migliora la tolleranza a livello gastrointestinale, dove stimolano la produzione di gas dopo fermentazione.

A proposito di semi di cumino, vi consigliamo di leggere l’articolo riguardante lo spettacolare Schüttelbrot, il pane nero croccante di segale duro tirolese che noi accompagniamo alla mortandela nonesa!


Lascia un commento