Weekend in montagna: i percorsi consigliati dal Pineta

Week end montagna benessere
 

Weekend in montagna con SPA in Trentino Alto Adige: i percorsi consigliati dal Pineta

Al Pineta lo diciamo sempre: in montagna ci vivremmo! Ah, ma ci viviamo 😉 Che gran fortuna! Ognuno dovrebbe regalarsi ogni tanto un po’ di montagna, ma come fare? Con un weekend da dedicare a se stessi, immersi nel benessere, camminando ad alta quota. Qui vi diamo alcuni consigli e 3 percorsi da provare per la prossima volta in cui verrete a trovarci.

Scopri intanto il nostro centro benessere con SPA, beauty farm, piscina con idromassaggio, vasca idromassaggio esterna, stube in cirmolo, camera del fieno, area relax e possibilità di apprendere i segreti del maestro di sauna (Aufguss) per tre volte a settimana.

1. San Romedio Pineta Tour

Il primo percorso che vi suggeriamo è uno dei nostri itinerari preferiti, un itinerario ad anello che dal Pineta arriva al Santuario di San Romedio, passando per il Museo Retico. Il percorso, di media difficoltà e con poco dislivello, passa attraverso un sentiero poco conosciuto ma meraviglioso, in parte scavato nella roccia, a strapiombo sulla vallata e sul canyon. Questo sentiero è stato realizzato nel 1650 circa per permettere all’acqua del Rio di arrivare nella parte alta del paese, e dal 2001 è stato messo in sicurezza ed è diventato una meta di curiosi e appassionati. Vi consigliamo di percorrere l’itinerario in senso orario, una soluzione ideale per godersi il panorama affrontando la parte più difficile immersi nella vegetazione del bosco, al riparo dal sole e dalla calura.

San Romedio al tramonto
San Romedio Tour, dal Pineta si può raggiungere facilmente il Santuraio

Dal Pineta si arriva a Sanzeno; in prossimità del Ristorante Mulino prendete sulla destra la stradina ripida ripida ma asfaltata che si inerpica fra i campi di mele. Proseguite sul sentiero pianeggiante sulla destra, che prosegue nella roccia e conduce al Santuario con gli ultimi 700 metri su strada asfaltata. Poco dopo il ponte una gradinata in ciottolato vi porterà fino all’ingresso del Santuario.

Se volete allungare l’itinerario, vi consigliamo di aggiungere alle tappe la visita del paese di Sanzeno e di visitare la magnifica basilica romanica dedicata ai Martiri anauniensi, Sisinio, Martirio e Alessandro, e la Casa De Gentili, storica casa dei nobili di Sanzeno che spesso ospita mostre ed esposizioni. Verso la parte più alta del paese si trova il Museo Retico, da dove parte il sentiero scavato nel canyon che da Sanzeno porta al Santuario di San Romedio.

2. Escursione al Lago Trenta nel cuore selvaggio del Gruppo delle Maddalene

Anche questo percorso rientra tra i nostri preferiti, perché è un affascinante itinerario ad anello che si addentra nel cuore del gruppo delle Maddalene, montagne tranquille e poco frequentate dove ci si può rilassare ascoltando solamente lo scampanellio delle mucche, i belati delle pecore e i fischi delle marmotte.

lago Trenta sulle Maddalene: Week end in Montagna
Week end in Montanga: Lago Trenta in questo scatto estremamente naturale

L’escursione parte e rientra alla Malga Bordolona, un posto perfetto per fare colazione, pranzo o merenda e per fare scorta di formaggio di Malga. Da Malga Bordolona di Sotto si prende il sentiero 136 fino alla Malga Bordolona di Sopra, poi si raggiunge il passo Alplaner da cui si scende verso il Lago Trenta, dove il sentiero aggira cima Trenta e risale la Val Clapa per scendere poi nuovamente a Malga Bordolona. L’itinerario si svolge su un percorso non troppo ripido ed è l’ideale da percorrere in estate, con i prati di rododendri in fiore e le vallate tinte di rosa.

Un consiglio? Godetevi l’escursione al mattino e rientrate alla Malga per godervi un pranzo succulento!

3. 8 bello del Peller

Terzo nella nostra speciale top 3 dei percorsi di montagna è il mitico 8 bello del Peller, chiamato così perché dall’alto ricorda il numero 8, trattandosi di un doppio anello attorno al Monte Peller. Questo percorso è ideale in sella a una MTB, anche per la lunghezza e l’impegno fisico richiesti.

La salita è lunga e faticosa, una vera scalata delle Dolomiti di Brenta, con diversi metri di dislivello da Tuenno fino al Passo le Fraine e poi da Malga Tassulla fino al Passo Forcola. La fatica della salita è alternata a una discesa estremamente varia su sentieri tra i prati e sentieri nei boschi che scende fino a Cles.

Escursione sul monte Peller
Cristina si crogiola al sole durante l’escursione sul Monte Peller

Un consiglio: in estate, fermatevi per una sosta a Malga Tassulla, poco prima del Passo Forcola, oppure al Rifugio Peller.

Allora, che cosa ne pensate? Conoscevate già questi percorsi? Vi aspettiamo con Livio al Pineta Nature Resort per camminare assieme! Ricordate sempre di portare con voi uno zainetto con acqua, qualcosa da mangiare, un cambio di vestiti e una cartina aggiornata della zona. Per qualsiasi cosa, potete chiedere in reception e saremo felici di aiutarvi!

Cogli al volo alcune delle nostre offerte speciali:

Chiara Ruggeri (viaggiandosimpara.org)

Lascia un commento