La Zuppa del viandante: Minestra d’Orzo con il Baccalà

viandante
 

Minestra Di Orzo Perlato con il Baccalà Dei Frati: ricetta della zuppa dei viandanti di San Romedio presentata nel programma GEO su RAI3

Qui di seguito vi svelerò la ricetta segreta del nostro SeniorChef Bruno Sicher riguardante la sua zuppa del viandante ritrovata nelle storie dei nostri nonni che frequentavano il santuario di San Romedio.

Ecco qui la ricetta… per la storia dovrete invece attendere ancora un po’ 😉

Zuppa del viandante: Ingredienti per sei persone

Partiamo innanzitutto dagli ingredienti della minestra d’orzo con il baccalà.

Per il Baccalà

200 grammi di stoccafisso bagnato, acqua 1,5 litri, 20 grammi cipolla, 20 grammi di sedano, alloro, sale e pepe.

zuppa
Aggiungiamo il baccalà alla base della zuppa

Per la minestra d’orzo

Orzo mondato grammi 100, patate grammi 150 (più due medie intere per legare), sedano grammi 100, porro grammi 50, cipolla grammi 50, fagioli bianchi cotti grammi 100, alloro, salvia, rosmarino, olio extra vergine, brodo litri 1,5.

soffritto
Il soffritto di patate e porro all’inizio della preparazione

Zuppa del viandante: preparazione

Lasciate a bagno in acqua fredda l’orzo per una notte. Mettete poi lo stoccafisso in una casseruola con il litro e mezzo di acqua; unite cipolla, il sedano a pezzi grossi, l’alloro e lasciate quindi bollire lentamente per 45 minuti.

verdure
Prepariamo le verdure a piccoli cubetti regolari

Tritate a questo punto la cipolla, tagliate le patate il porro e il sedano in brunoise un po’ grossa e pelate le due patate intere.

In una casseruola fate biondire la cipolla tritata con poco olio extra vergine di oliva e una foglia di alloro, unite gli ortaggi tagliati e lasciate brasare per alcuni minuti. Aggiungete per ultimi i fagioli e l’orzo.

Bagnate quindi con 800 grammi di acqua dello stoccafisso, unite un mazzetto di erbe aromatiche, le patate intere e lasciate cuocere a fuoco lento per 45 minuti circa. Nel frattempo togliete le lische allo stoccafisso e sfaldatelo in pezzetti che aggiungerete alla minestra a 10 minuti dal termine della cottura setacciando anche le patate intere.

Servite infine in cocotte da porzione con un filo di olio extra vergine, una macinata di pepe fresco e due rondelle di carota come guarnizione.

 

Chef Bruno e le ricette della tradizione nonesa

Il nostro Senior Chef Bruno non è solo un grande cuoco, ma è da sempre un fervente appassionato di storia della tradizione culinaria nonesa e trentina.

Durante la sua lunga carriera, ha riscoperto infatti alcune meravigliose ricette tipiche ormai finite nel dimenticatoio (tra cui proprio la Zuppa del Viandante di San Romedio descritta sopra), ne ha rielaborate altre e addirittura ne ha create alcune in prima persona, trasmettendo la propria arte al nipote Mattia.

Il nostro mitico chef Bruno Sicher, sempre pronto a stupirvi con alcune gustose ricette della tradizione nonesa e trentina
Il nostro mitico chef Bruno Sicher, sempre pronto a stupirvi con alcune gustose ricette della tradizione nonesa e trentina

Tra le nostre ricette preferite, ecco qui un breve ma significativo elenco:

Buon Appetito a tutti da Chef Bruno e tutto lo staff e… scopri qui le nostre offerte speciali dedicate alla cucina:

Nicola Sicher e Riccardo Tempo

2 risposte a “La Zuppa del viandante: Minestra d’Orzo con il Baccalà”

  1. […] Zuppa del Viandante di San Romedio con baccalà (presentata da chef Bruno a “Geo” su RAI3) […]

  2. […] in onore della festa di San Romedio (15 gennaio), ovvero le buonissime trippe e soprattutto la Zuppa del Viandante, riscoperta negli antichi ricettari nonesi dal Senior Chef Bruno e cucinata da lui in anteprima […]

Lascia un commento