Vacanza attiva
panorama monte corno di tres

Tre escursioni guidate con vista panoramica mozzafiato

 

Sentieri montagna: 3 splendide escursioni guidate in Trentino con vista panoramica mozzafiato!

Ecco a voi tre percorsi trekking in Trentino facili e che meritano assolutamente di essere provati anche per i panorami che offrono durante la passeggiata. Con Livio la nostra guida di famiglia potrai partecipare a tour guidati in completa sicurezza.

La primavera è il momento ideale per ricominciare le escursioni in Trentino e godersi dei panorami suggestivi. Le giornate finalmente si sono allungate, la natura si è risvegliata e i primi caldi invogliano a trascorrere il tempo libero all’aria aperta.

In alta quota, oltre i 2000 metri, la neve non si è ancora sciolta definitivamente e i rifugi stanno attendono l’estate per l’apertura. Ma a quote un po’ più basse, invece, i giri in montagna da provare già nei mesi di aprile, maggio e giugno sono moltissimi e tutti regalano degli scorci davvero unici.

Monte Corno di Tres

Semplice escursione nel gruppo delle Cime di Vigo in Val di Non, a pochi km dal Pineta Nature Resort. Il percorso che porta in vetta al Monte Corno è frequentato e ben segnalato. Tra andata e ritorno si percorrono circa 9 km e 450 metri di dislivello.Monte Corno

Si parte dal Rifugio Predaia (1450 m) e si segue la strada forestale nel bosco (segnavia n. 503) che conduce, in circa 40 minuti, alla malga Rodeza. Da qui si apre già una magnifica vista sulle Dolomiti di Brenta. Si continua a percorrere il sentiero 503 che non incontra mai pendenze importanti per poi imboccare il n. 505 che con un piccolo sforzo in più conduce alla cima del Monte Corno a quota 1812 metri. La vista è davvero a 360°: si possono ammirare tutta la Val di Non e, dal lato opposto, la Val d’Adige, la catena delle Maddalene, il gruppo del Brenta, la Paganella e il Monte Bondone sino alle Dolomiti e il Lagorai. Troverete una rosa dei venti che vi aiuta ad individuare le cime principali.

Il rientro può avvenire per la via dell’andata oppure è possibile fare un giro ad anello in cresta seguendo le indicazioni (sentiero 500 e poi segnavia 506 che vi riporta alla Malga Rodeza di Tres) allungando un pochino l’escursione.

Monte di Mezzocorona

Un vero e proprio balcone sulla Val d’Adige, il Monte di Mezzocorona è l’escursione in Trentino ideale da fare in primavera, prima che arrivi il caldo afoso. Il sentiero è molto frequentato ed è la palestra di allenamento di molti atleti e appassionati della corsa in montagna della zona.

monte mezzocorona

Punto di partenza è la località Monti di Mezzocorona, dove si trova anche la funivia. Si segue il sentiero n. 500 che dopo un primo tratto nel bosco, costeggia la parete rocciosa della montagna. La pendenza del sentiero è moderata; si percorrono infatti poco meno di 3 km in salita con un dislivello di ben 650 metri. La fatica è però ripagata dal panorama sulla Piana Rotaliana che vi accompagna lungo tutto il percorso. Arrivati in cima, a quota 891 metri, si trova una croce e camminando ancora per un centinaio di metri troverete un bel prato per fare un pic nic e un paio di ristoranti. Vi consigliamo una sosta per una fetta di strudel al ristorante Tre Cime.

Il rientro avviene per la via dell’andata o, per chi si sente troppo stanco, in funivia. Dal Monte di Mezzocorona partono diverse escursioni, per esempio si può raggiungere la malga Kraun o la cima Roccapiana.

Monte Altissimo di Nago

Fa parte della catena del Monte Baldo e dalla sua cima, a quota 2079 metri, si può godere di una vista spettacolare del lago di Garda. Sono diverse le vie d’accesso e gli itinerari che portano sul Monte Altissimo di Nago. Noi vi proponiamo una facile escursione che, in circa un’ora e trenta e 450 metri di dislivello, vi porterà in vetta. Ad aspettarvi, oltre a un panorama mozzafiato sul lago di Garda, ci saranno i gestori del Rifugio Damiano Chiesa, aperto tutto l’anno. Il punto di partenza è il Rifugio Graziani, che si raggiunge da San Valentino sull’altopiano di Brentonico. Parcheggiata la macchina nei pressi del Rifugio si imbocca la comoda strada sterrata (segnavia n. 633) che porta a Malga Campo e infine vi condurrà alla cima del Monte Altissimo.panorama-garda-monte-altissimo

Al rientro si può fare una variante: dal Monte Altissimo si seguono le indicazioni per Malga Campei di Sopra, si imbocca poi il sentiero che vi riporta a Malga Campo e infine al punto di partenza (Rifugio Graziani).

Che cosa aspettate? Scoprite le offerte del Pineta per venire a provare anche voi i magnifici percorsi trekking in Trentino!

Sonia Chini

0 commenti
Ti è piaciuto il Post?
scopri offerte