Alla scoperta del Trentino
percorso fluviale rio novella

Canyon Rio Sass e Parco Fluviale Novella, la vera artista è… l’acqua!

 

Hai mai pensato di trovare una “valle dei canyon” in Trentino?

Il canyon Rio Sass e il Parco Fluviale Novella sono dei capolavori naturalistici disegnati dall’acqua che scorre nascosta e attraversa la Val di Non: natura primordiale, cascate cristalline, angusti passaggi scavati nella roccia, mondi sotterranei ricchi di fascino. Questi incredibili spettacoli naturali sono oggi visitabili con esperti accompagnatori, che ti guideranno su percorsi fatti di passerelle e ti forniranno tutti i dettagli sulla storia geologica della zona.

Conosciamo insieme questi due percorsi che si trovano a pochi minuti di strada dal Pineta Hotels. Scopri come raggiungerli dal nostro hotel >

Mistero e giochi di luce nel canyon Rio Sass

Nel corso dei millenni lo scorrere impetuoso delle acque del Rio Sass ha dato forma a una profonda gola che incide il cuore del centro storico di Fondo – capoluogo dell’Alta Val di Non – tagliandolo in due parti.

Questa meraviglia fatta di rocce, luci e ombre è rimasta nascosta per secoli tra le più antiche abitazioni del borgo, curiosamente e coraggiosamente costruite di fronte a vertiginosi strapiombi profondi decine di metri.

canyon rio sass percorso

Foto Battocletti

Ma oggi, grazie al percorso su passerelle e scalette, è possibile addentrarsi in questo mondo di incomparabile bellezza e respirare l’aria fresca e umida che solo un canyon di questo tipo può offrire.

Tutti in passerella! Dal centro storico di Fondo al cuore della terra

Si parte dal centro storico di Fondo per scendere nella parte bassa del paese, e una volta immessi sul percorso si entra immediatamente nel cuore pulsante del borgo. Dal basso si potranno ammirare, decine di metri sopra, le antiche case costruite a strapiombo sulla roccia.

Da qualche anno, poi, il canyon Rio Sass è stato arricchito con un nuovo tratto che prolunga l’escursione fino alla località “bagni di Fondo”, un piccolo stabilimento termale attivo dalla metà del 1800 fino agli anni ’50 del secolo scorso e frequentato anche dall’allora imperatore d’Austria Francesco Giuseppe e dalla moglie Sissi.

Dettagli: ritrovo e partenza da Piazza San Giovanni (Fondo) presso l’ufficio della Cooperativa Smeraldo. Visite guidate a pagamento tutti i giorni da aprile a novembre con prenotazione obbligatoria. Si raccomanda di indossare abbigliamento comodo e scarpe da trekking o da ginnastica. Nei mesi di luglio e agosto c’è la possibilità di visite speciali in notturna, con laboratori per bambini e visite abbinate alla scoperta dei prodotti tipici del luogo.

Dislivello: 145 m; Lunghezza: 1200 m; Durata: 2 ore circa; Difficoltà: facile.

Per ulteriori info: www.canyonriosass.it – Cooperativa Smeraldo tel. 0463-850000 smeraldo@fondo.it.

Il capolavoro firmato torrente Novella

Il Parco Fluviale Novella è un percorso naturalistico di eccezionale bellezza, immerso nella natura della Val di Non, che si snoda per circa 3 chilometri e mezzo nei comuni di Cloz, Dambel e Romallo. Un capolavoro che è possibile visitare camminando sospesi a mezz’aria in uno scenario incredibile.

visita rio novella

Dopo aver attraversato sterminati meleti e boschi lussureggianti, si viene calati nel cuore della roccia millenaria, in un canyon che lascia i visitatori a bocca spalancata. Una gola scavata dalla forza dell’acqua del torrente Novella, filo conduttore e artefice indiscusso di tutto il paesaggio, dove una caratteristica valle fluviale, dall’inconfondibile forma a V, lascia il posto a una spettacolare forra con passaggi angusti e pareti verticali di dolomia.

Su passerelle metalliche ancorate alla roccia si attraversa il canyon, accompagnati dalla melodia dell’acqua che scorre tra le pietre di questo paradiso misterioso.

Uomo e natura insieme nella forra del Parco Fluviale Novella

Lungo il percorso si incontreranno anche numerose testimonianze della convivenza uomo-natura nel tempo, come la centrale idroelettrica di Pozzena, i ponti di epoca romana e la calcara per la produzione della calce. Poco distante dalla forra, poi, sorge su uno sperone di roccia il romantico eremo di San Biagio, visitabile in via del tutto straordinaria domenica 2 aprile, giorno seguente all’inaugurazione della stagione 2017 in programma per sabato 1 aprile.

Dettagli: ritrovo e partenza da località San Biagio (Romallo), lungo la SP74 tra Revò e Sanzeno. Visite guidate a pagamento tutti i giorni da aprile a novembre con prenotazione obbligatoria. Durante l’estate le visite si effettuano tutti i giorni alle 10 e alle 15 senza bisogno di prenotazione. Si raccomanda di indossare scarpe da trekking o da ginnastica.

Dislivello: 150 m; Lunghezza: 3500 m; Durata: 2 ore circa; Difficoltà: facile.

Con il kayak o la canoa nella gola del canyon!

Ma non è finita qui, perché è possibile visitare le selvagge gole del torrente Novella anche da un’altra prospettiva! Da giugno fino alla fine di settembre ci si può avventurare per mezza giornata, a bordo di un kayak o di una canoa canadese accompagnati da esperte guide, all’interno degli stretti canyon, infrangendo le acque del Lago di Santa Giustina. Un’esperienza che i più temerari non potranno lasciarsi sfuggire!

canoa rio novella

Per ulteriori info: www.parcofluvialenovella.it – Parco Fluviale Novella tel. 0463-432064 cell. 329-8366160 info@parcofluvialenovella.it.

Fabrizio Brida

0 commenti
Ti è piaciuto il Post?
scopri offerte