Sapori trentini con Mattia
Cotto e mangiato, a colazione trovi i nostri Brezdel da gustare in relax

Brezdel, il dolce più tradizionale della valle in onore degli sposi

 

Brezdel, ricetta della ciambella degli sposi della Val di Non. Scopri il dolce pasquale tipico del Trentino

La ricetta del dolce di Pasqua più tradizionale del Trentino Alto Adige: il Brezdel !

Una soffice ciambella ricoperta di zucchero, originaria del paese di Brez, era il dolce tipico dei matrimoni di un tempo. Simbolo e augurio di prosperità era consuetudine degli sposi offrirlo come dono agli invitati alle nozze.

Sofficissimo e dal sapore delicato, il Brezdel, prodotto ancor oggi nel panificio di Brez, è ottimo soprattutto gustato ancora tiepido, appena sfornato, in particolar modo a colazione.

Il suo nome ha una duplice origine…

  • Innanzitutto ricorda l’abitudine con cui le donne del paese, di ritorno dal mercato, trasportavano il dolce infilandolo nel braccio (in dialetto braz)
  • In secondo luogo richiamerebbe il giorno (Brez day per l’appunto) in cui gli emigrati di Brez negli Stati Uniti si ritrovavano assieme per ricordare la loro terra d’origine consumando questo tipico dolce

Ricetta brezdel: caratteristiche, ingredienti, preparazione

  • CARATTERISTICHE: Soffice ciambella ricoperta di zucchero dal sapore delicato
  • INGREDIENTI: farina, zucchero, uova, strutto emulsionato, lievito, acqua
  • PREPARAZIONE: L’impasto degli ingredienti viene fatto lievitare per ben tre volte: la prima a temperatura ambiente e le rimanenti due in un locale abbastanza umido. La cottura avviene poi a forno per una decina di minuti totali

Brezdel: 1° impasto

  • 200 gr farina
  • 30 gr lievito
  • 150 gr latte
  • Impastare e lasciare da parte a far lievitare a temperatura ambiente.

Brezdel: 2° impasto

  • 800 gr farina
  • 150 gr zucchero
  • 200 gr burro molto morbido (non fuso)
  • 4 tuorli
  • 2 uova intere
  • 20 gr sale
  • 200 gr latte
  • Un goccio di rum
  • 1 limoni e 1/2 arance (da grattare le scorze)
  • Fare una montagna con farina e zucchero e lasciare un buco in mezzo dove mettere il latte, le uova, i tuorli, la scorza dei limoni e delle arance e il rum. Impastare e, successivamente, unire al primo impasto. Quando la pasta è elastica, aggiungere il burro morbido. Mettere a lievitare in un luogo caldo-umido.
  • Dividere l’impasto in palline e dare a ciascuna   la forma della ciambella. Far lievitare ancora finché si gonfiano.
  • Spennellare con il tuorlo d’uovo e spolverare con granella di zucchero.
  • Far cuocere a 180° per 20 minuti e poi abbassare  a 160° e tenere in forno ancora per 7 minuti.

Ecco il video racconto della preparazione del nostro Brezdel:

  • STORIA:  Questo dolce è originario del paese di Brez. Simbolo e augurio di prosperità, veniva offerto in dono dagli sposi agli invitati alle nozze. Il suo nome ha una duplice origine. Innanzitutto ricorda l’usanza delle donne del paese che, di ritorno dal mercato, lo trasportavano infilandolo nel braccio (“braz” in dialetto). In secondo luogo richiamerebbe il giorno di festa (“Brez Day”) durante il quale gli emigrati del paese negli USA si radunavano per gustare questo dolce e evocare la loro patria lontana.
Il Brezdel che trovi al Pineta a colazione

Il Brezdel che trovi al Pineta a colazione

  • SUGGERIMENTI: Il Brezdel è ottimo se gustato ancora tiepido, appena sfornato. Solitamente si consuma per colazione, inzuppandolo nel latte, ma è ottimo anche a merenda, magari accompagnato con marmellata e burro o cioccolata.

Troverete il fragrante brezdel sulle tavole del Pineta ogni giovedì mattina durante l’orario di colazione oltre a una seconda mattina a settimana. Siete golosi? Leggete allora l’articolo completo sui dolci trentini sfornati dal nostro pasticcere.

Scopri infine l’offerta “Il sound della cucina di Mattia“.

Nicola Sicher e Riccardo Tempo

0 commenti
Ti è piaciuto il Post?
scopri offerte